Monopattino e bicicletta elettrica: cosa sapere | MA Assicurazioni

Monopattino e bicicletta elettrica: cosa c’è da sapere

Monopattini e biciclette elettriche: Norme e regole da rispettare

monopattino elettrico bicicletta elettrica cosa conoscere e sapere

Cosa dice la normativa e le regole da rispettare per circolare nelle strade urbane, nelle strade extraurbane e nelle piste ciclabili con monopattini e biciclette elettriche.

L’uso del monopattino elettrico in strade urbane è già stato sperimentato in diverse città in Italia, che anticipando la normativa del 2020 (legge n. 8 del 28.02.2020) hanno iniziato a sperimentare il servizio di noleggio di monopattini elettrici.

Già nel 2019 la città di Milano offriva un servizio di sharing sui monopattini elettrici, introducendone in via sperimentale la circolazione sia a mezzi privati che appartenenti a società di noleggio, dettando al contempo le regole da rispettare.

Monopattino e bicicletta elettrica: cosa sapere

Monopattino e bicicletta elettrica: cosa sapere e le norme da rispettare per poter circolare su strada e piste ciclabili

Una trafila molto simile ha seguito anche la città di Torino, facendo rientrare il servizio di noleggio dei monopattini elettrici in un più ampio progetto di sensibilizzazione dei cittadini sull’uso dei mezzi pubblici, anziché delle automobili di proprietà.

Anche Genova, nel 2021, ha visto in un periodo innalzarsi le vendite e l’uso dei monopattini elettrici, e per questo, in parallelo è intervenuta anche la Polizia municipale per regolamentare l’utilizzo.

Ma come abbiamo visto, è già all’inizio del 2020, che l’uso dei mezzi elettrici è stato regolamentato su scala nazionale, anche per l’uso privato, quindi, se stai pensando di acquistare un monopattino elettrico od una bici elettrica, ma non conosci ancora le norme del codice della strada che ne regolano la circolazione, ti consigliamo di leggere questo approfondimento.

L’uso di questi mezzi è stato regolamentato da poco, per cui è importante conoscere le regole necessarie per circolare su strade e piste ciclabili.

MA Assicurazioni ti darà un quadro chiaro ed il più possibile comprensibile sulle norme che disciplinano la mobilità cittadina ed extraurbana di monopattini e biciclette elettriche, analizzandone per ognuno la particolarità.

Il monopattino elettrico: cosa sapere

Monopattino elettrico cosa sapere

Monopattino cosa sapere

Se la tua idea è quella di acquistare un monopattino elettrico considera che la sua circolazione è possibile su:

  1. Strade extraurbane, laddove è presente una pista ciclabile
  2. Strade urbane dove è consentita la circolazione di biciclette

Considera anche che su queste strade è consentita la circolazione solo a chi ha superato i 14 anni di età.

La circolazione su strada è previsto dalla normativa perché il mezzo è equiparato alle biciclette, ed un identico discorso vale anche per i Segway (cioè il mezzo di trasporto elettrico, monoposto, autoequilibrante a due ruote), gli hoverboard (cioè quel particolare mezzo a due ruote, utilizzato per il trasporto di persone, collegato a due piccole piattaforme indipendenti, ma collegate tra loro, che si aziona con il peso corporeo, direzionandolo) ed i monowheel (monociclo elettrico), purché abbiano una potenza inferiore agli 0,50 Kw.

Esempi di Segway, Hoverboard e monowheel

Segway

segway cosa sapere

Segway esempio del mezzo elettrico

Monowheel

monowheel cosa sapere

Bonowheel cosa sapere

Hoverboard

hoverboard cosa sapere

Hoverboard Esempio

Si tratta infatti, in tutti questi casi di mezzi che possono circolare senza targa, assicurazione ed omologazione, e riportare, secondo la direttiva comunitaria, il marchio CE.

Ma come devi comportarti in strada con il tuo monopattino?

Anzitutto devi ricordare che circolando in monopattino non puoi trasportare altre persone, oggetti od animali, mentre la velocità massima che puoi raggiungere è di 25 Km/h nelle strade che hanno un limite di velocità di 50 km/h.

Nelle strade pedonali, invece la velocità massima che devi tenere scende a 5 Km/h e per questo motivo il mezzo deve essere dotato di regolatore di velocità.

Ci sono inoltre tre aspetti da tenere presenti:

  1. Mentre guidi il monopattino elettrico devi indossare il casco se sei minorenne;
  2. Da mezz’ora dopo il tramonto o quando la visibilità non è ottima, hai l’obbligo di indossare un giubbotto catarifrangente, o le bretelle riflettenti.
  3. Quando guidi devi avere entrambe le braccia sul manubrio, mentre se devi svoltare puoi usare le braccia per indicare la direzione che vuoi prendere.
  4. Ricordati che se sei in compagnia puoi transitare in fila indiana, oppure affiancato soltanto da un altro monopattino.

Il monopattino elettrico con sedile

Monopattino elettrico con sedile cosa sapere

Monopattino elettrico con sedile cosa c’è sapere

Discorso a parte merita il monopattino elettrico dotato di sedile, la cui circolazione è consentita solo in aree private.

Il cosiddetto decreto mille proroghe del 2019 approvato e convertito in legge nel 2020, ha fissato le regole che abbiamo visto, a cui attenersi per circolare in monopattino; una di queste regole vieta la circolazione su strade pubbliche del monopattino con il sedile, in quanto il monopattino è destinato esclusivamente all’uso in piedi.

Perché questo tipo di limitazione per il monopattino elettrico con sedile?

La motivazione è semplice: il monopattino con sedile è equiparato ad un ciclomotore, con tutti gli obblighi di circolazione su strada che ha quest’ultimo (Assicurazione, targa, casco obbligatorio e libretto di circolazione).

In definitiva la vendita di questo mezzo è consentita, ma l’uso che se ne può fare è limitato alle aree private.

La bicicletta elettrica: cosa sapere

bicicletta elettrica cosa sapere

Bici elettrica cosa c’è da sapere: targa, assicurazione, casco?

La situazione è leggermente diversa se invece vuoi acquistare una bicicletta elettrica.

In questo caso si tratta di un mezzo che, come il monopattino elettrico senza sedile può tranquillamente circolare in città.

Differenza tra bici elettrica e a pedalata assistita

Ma occorre fare una distinzione importante, perché le biciclette elettriche possono essere di due tipologie:

  • Biciclette elettriche a pedalata assistita;
  • Biciclette elettriche a funzionamento autonomo.

Per la bicicletta elettrica a pedalata assistita il riferimento è la direttiva europea 2002/24/CE che è stata recepita in Italia nel 2002.

Questo mezzo a due ruote deve avere una potenza massima di 0,25 Kw e deve possedere un motore elettrico che assiste la pedalata, ed in assenza di questa arrestarsi.

Deve avere una velocità massima di 25 KM/h, al raggiungimento dei quali non è più permesso l’ausilio del motore elettrico.

Deve essere altresì possibile usarla come bicicletta tradizionale, ossia senza l’utilizzo del motore; rientra nella categoria dei velocipedi, cioè delle biciclette, di cui devi rispettare le regole del codice della strada .

La bicicletta elettrica a funzionamento autonomo è invece, un vero e proprio motociclo a cui è equiparata, perché il motore elettrico attivato da un acceleratore, è del tutto indipendente dalla pedalata.

Questo tipo di biciclette hanno una potenza superiore agli 0,25 Kw e raggiungono anche i 45 Km/h di velocità.

Per usare questo tipo di mezzo, devi quindi munirti di casco, assicurazione bici per Responsabilità Civile, il mezzo deve avere una targa e per guidarlo devi avere il patentino per le moto.

La bicicletta elettrica a funzionamento autonomo deve avere anche i fari di posizione e lo specchio retrovisore.

In assenza di queste caratteristiche la sua circolazione, come per il monopattino elettrico con sedile, è consentita solo nelle aree private.

Come hai visto da questa carrellata, prima di acquistare uno di questi mezzi, bisogna avere ben chiare, le normative del codice della strada che ne regolano la circolazione, e che genere di utilizzo ne intendi fare.

Essendo infatti un ambito della mobilità cittadina relativamente nuovo, è abbastanza facile incorrere nelle sanzioni previste se non si rispettano le norme del codice della strada e se i mezzi non hanno i requisiti previsti dalle normative

In chiusura vogliamo darti un consiglio: benché la polizza assicurativa per monopattini o biciclette elettriche non è obbligatoria (salvo nei casi di bici elettrica a pedalata autonoma, e i monopattini elettrici con sedile), è comunque sempre utile stipularne un’assicurazione del costo di poche decine di euro, per tutelare te e terzi per i danni che possono derivare dalla circolazione su strada.

Per assicurare il tuo mezzo elettrico contattaci, MA Assicurazioni troverà la soluzione più adatta alle tue esigenze.